Crostatine fiorite con NERGI senza glutine e senza lattosio

1473846341827.jpgFinalmente la mia avventura con NERGI è iniziata.

Non sapete cosa è Nergi??!!

Non preoccupatevi, neanche io fino a un paio di mesi fa.

Poi grazie alla segnalazione di Manu del Blog Il mondo di Ortolandia, sono stata contattata per ricevere questo piccolo frutto di bosco, provarlo e inventare alcune ricette, FACILI E VELOCI.

Ora che è arrivato posso dirvi che Nergi fa parte appunto della categoria dei frutti di bosco e viene chiamato anche baby kiwi perché come vedete è molto simile una volta aperto.

Attualmente viene coltivato anche in Italia ed è nato da un incrocio naturale di piante avvenuto nella patria dei kiwi e cioè la Nuova Zelanda.

Il bello è che si mangia tutto, non c’è assolutamente scarto.

Il periodo di produzione, come tutti i frutti di bosco, è molto breve: dai primi di settembre fino a fine novembre e se lo volete assaggiare lo trovate nel banco frigo insieme a mirtilli, lamponi e more.

Il sapore è molto molto dolce, l’aspro del classico kiwi è quasi assente ma ne ricorda vagamente il sapore.

Essendo piccolo e non dovendo sbucciarlo è pratico anche come snack ed è ricco di vitamina C, potassio, calcio e magnesio.

Ci tengo a sottolineare che non vengo pagata, quindi la mia non è pubblicità, vi esprimo solo il mio parere di donna e mamma che ha potuto assaggiarlo. Anzi, vi dirò di più, Alice era curiosissima di provarlo e appena arrivato ne abbiamo diviso uno in due.

MENO MALE che l’ho diviso!!!!

Io ho un intolleranza verso il kiwi, mi gonfia le labbra, la gola e scatena un pizzicore molto intenso alla lingua.

Il Nergi mi ha provocato la stessa reazione quindi se non potete consumare kiwi non mangiate nemmeno Nergi.

Ed ora vi presento la prima delle ricette che ho pensato, la più classica delle classiche: crostata di frutta ma in miniatura e con Nergi che crea un effetto floreale.

Ovviamente il tutto con il mio stile, senza glutine e senza latticini. In più ho usato solo miele quindi è senza zucchero e, visto che il guscio di frolla dovrà risultare croccante, anche senza lievito.

Ho voluto provare una nuova frolla, questa volta con farina di mandorle.

Devo dire che il risultato è stato ECCELLENTE, al di sopra delle mie aspettative.

Una frolla molto lavorabile, morbida che non tende a spaccarsi mentre la si stende. E il sapore delicato con una consistenza croccante perfetta per queste lavorazioni.

Mi sono ispirata a questa ricetta di Anna Lisa del blog Senza glutine…per tutti i gusti perché da qualche parte dovevo pur partire e con lei sono andata sul sicuro!! Ovviamente ho sostituito il burro, ho anche aumentato la farina di mandorle e quindi tutti gli altri cambiamenti sono venuti di conseguenza per bilanciare la frolla.

1473846378029.jpg

INGREDIENTI PER LA FROLLA:

1 uovo

45 grammi di olio di riso o mais

80 grammi di farina di mandorle *

115 grammi farina di riso finissima *

20 grammi amido di riso *

50 grammi di miele di acacia

INGREDIENTI PER LA CREMA PASTICCERA:

2 tuorli

30 grammi miele di acacia

25 grammi di amido di riso *

250 ml latte di riso non zuccherato *

semi di mezza bacca di vaniglia

35 NERGI (circa)

15 stampini da crostatina da circa 7 centimetri di diametro

* INGREDIENTI a rischio contaminazione. In caso di celiachia controllare che siano certificati senza glutine.

1473846263744.jpg

PREPARAZIONE CREMA PASTICCERA

Mettere in un padellino il latte di riso con i semi della bacca di vaniglia a fiamma media, non deve bollire.

In un altro padellino sbattete i tuorli con il miele, aggiungetevi l’amido fino ad ottenere una crema omogenea, se necessario prelevate due cucchiai di latte dal totale per aiutarvi.

Quando il latte sul fuoco sarà caldo versatelo lentamente sul composto di uova mescolando energicamente.

Ponete il padellino sul fuoco e lasciare cuocere per almeno tre o quattro minuti, in modo che non sappia di amido dopo la cottura. Una volta raffreddata sarà comunque più soda.

Versate la vostra crema pasticcera in una terrina bassa e ampia per farla raffreddare ma copritela con pellicola trasparente da cucina per evitare che si formi la patina rigida in superficie.

PREPARAZIONE PASTA FROLLA

Con una forchetta sbattete l’uovo con l’olio di riso fino a farli amalgamare molto bene così l’olio non tenderà a separarsi in cottura.

Aggiungete il miele e continuate a mescolare.

Ora unite le farine e l’amido di riso e mescolate fino a farli incorporare poi proseguire con le mani. Create una palla ben omogenea ma non lavorate troppo l’impasto, solo quanto basta per rendere la frolla compatta. Se dovesse essere troppo appiccicosa cospargete il piano lavoro con poco amido di riso e lavorate BREVEMENTE.

Non essendoci burro non è necessario il riposo in frigo, anzi lo sconsiglio per non farla seccare troppo.

Con un pennello da cucina ungete di olio gli stampini da crostatina e infarinateli con farina di riso. Ricordatevi di scuoterli bene per togliere la farina in eccesso.

Accendete il forno a 160 gradi.

Ora potete stendere la frolla con un mattarello (sempre infarinando il piano lavoro con amido o farina di riso) raggiungendo un altezza di 5 millimetri circa.

Con un taglia biscotti dovete ricavare dei cerchi leggermente più grandi della dimensione dei vostri stampi da crostatina in modo che la frolla fuoriesca leggermente dallo stampo.

1473846095806.jpg

Premete bene ai lati per far aderire la pasta e creare il bordo ondulato e con un coltello tagliare gli eccessi di frolla oltre il bordo dello stampo.

Bucherellare il fondo con una forchetta, e adagiatevi dei dischetti di carta-forno. Riempire gli stampi di fagioli secchi per fare in modo che la frolla non cresca in cottura.

Con i ritagli di frolla potete preparare dei mini biscottini per decorare le crostatine.

Infornare per 12 minuti poi togliere fagioli e carta-forno con delicatezza e terminare la cottura per altri 5 minuti.

Lasciare raffreddare completamente.

Intanto tagliate a fettine abbastanza sottili i NERGI, ovviamente con la buccia.

Aiutandovi con un cucchiaino riempite i gusci di frolla fino a metà con la crema ormai fredda e decorate a fiore con le fettine di NERGI partendo dall’esterno e proseguendo con cerchi concentrici fino al centro.

Se volete conoscere meglio Nergi visitate il sito nergi.info

blog-nergi_cucina

 

Annunci

18 pensieri su “Crostatine fiorite con NERGI senza glutine e senza lattosio

  1. Aggiunta al commento che ho spedito senza averlo finito (maledetto smartphone!). Purtroppo anche il mio ragazzo è intollerante ai kiwi 😦 Dovrò trovare un altra cavia per sperimentare le tue ricette con questo frutto!

    Mi piace

Fammi sapere che sei passato a trovarmi...lascia un commento e dì la tua!!!!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: